Una vacanza innovativa, che rompe con la consuetudine

Una vacanza innovativa, che rompe con la consuetudine

art-6

Ultima domanda. La tua lunga esperienza nel Turismo ha riguardato soprattutto, ma direi esclusivamente, la componente alberghiera e l’attività associativa (cooperative, consorzi, sindacati di categoria…). Sei stata una protagonista nella nostra realtà… Cosa ne pensi, allora, della situazione attuale? Quali consigli puoi offrire alla nostra organizzazione turistica?

 

Non credo di poter dare consigli a chi da tanto tempo dedica tutte le proprie energie al benessere degli ospiti.

Nei pensieri in libertà – espressi nei punti precedenti – si trovano molte delle cose che vengono già realizzate nel corso delle vacanze estive.

Quello che mi sento di caldeggiare è invece il proposito di lavorare attorno al progetto di “Vacanze Slow”, da effettuare in periodi diversi dall’estate, come la primavera o l’autunno, stagioni bellissime dove i colori della natura danno vita a dei paesaggi che creano stupore in chi li osserva, inoltre il clima è temperato e dolce, favorevole alle passeggiate.

Si possono visitare luoghi e Borghi della Romagna, soffermandosi in agriturismi per degustazione o merende; proiettare film o documentari in albergo preparatori alle escursioni; visitare parchi come l’Aquarium di Cattolica che non presenta barriere architettoniche ed è tutto al coperto, non faticoso, ma affascinante per le specie marine esotiche e coloratissime che vi si possono vedere. Includere alcune visite culturali scegliendo fra le varie opportunità, in base alle preferenze degli ospiti, elencate nella parte dedicata al Turismo Culturale.

Occorre, a mio avviso, cominciare a proporre anche questo tipo di vacanza: ci vorrà tempo ad affermarlo, perché è innovativo e rompe con la consuetudine, ma proprio per questo è un motivo in più per realizzarlo, garantendo sempre l’assistenza e la cura che è caratteristica fondamentale in questo tipo di vacanza.

Se riflettiamo un po’, gli Over 65 di oggi sono persone che hanno una buona scolarizzazione e sono certamente interessati ad effettuare un viaggio-vacanza attivo e arricchente. In questi tempi sentiamo ripetere continuamente che l’Italia è il più bel Paese del mondo, allora conosciamolo meglio, e in Romagna ci sono infinite opportunità.

A conclusione, mi auguro che la Romagna possa accogliere ancora nei modi più svariati i graditi ospiti della Terza età, che qui saranno sempre i BENVENUTI.

 

Marta Agostini

home-catalogo home-calendario