E tornano ad essere i grandi protagonisti che erano

E tornano ad essere i grandi protagonisti che erano

art-4

Oggi si parla di invecchiamento attivo, intendendo la condizione di chi partecipa attivamente alla vita quotidiana, che ha interessi culturali e sociali, che è in grado ancora di fare progetti per sé e per gli altri, che vive la vita con saggezza.

L’invecchiamento attivo non è una scoperta moderna ma un ritorno all’antico, quando gli anziani avevano un ruolo importante nella famiglia e nella società. Purtroppo la società industriale, che privilegia il profitto immediato, ha fatto dimenticare molti valori di quella cultura contadina ove la saggezza incuteva soggezione e rispetto e gli anziani, che ne erano portatori, non si vergognavano di sentirsi tali nel fisico ma giovani nello spirito, tanto che piantavano con gioia l’ulivo, sapendo che altri ne avrebbero raccolto i frutti.

Nella società post industriale che viviamo, sembra che la saggezza non conti nulla. Tutto è legato all’effimero, alla velocità, alla produttività, al profitto, ai ritmi frenetici della vita. Nulla è duraturo e la crisi che ci attanaglia è soprattutto etica e culturale.

In questo panorama, l’anziano sereno e in salute, che ha grande disponibilità di tempo, che si informa, viaggia, è autonomo e ha uno stile di vita attivo, è capace di sopperire alle tante mancanze dei più giovani, alle prese con ritmi di vita sempre più accelerati e stressanti… e tornano ad essere i grandi protagonisti che erano.

Alexia Vanni

 

home-catalogo home-calendario