Siamo ripartiti! E in Riviera, come tutti gli anni, va in scena l’Estate Italiana

Siamo ripartiti! E in Riviera, come tutti gli anni, va in scena l’Estate Italiana

art-1

Una premessa. Crediamo che la storia, più che centenaria, del nostro Turismo rappresenti una vicenda straordinaria non solo per la nostra riviera ma per l’intera nazione: in essa si specchiano i cambiamenti sociali e di costume di un popolo che ha attraversato mille peripezie per raggiungere la sua unità, una democrazia consolidata ed un benessere diffuso.

Poi, il Terzo Millennio si è aperto su di una riviera che vive, ormai, stabilmente, ospitando cento forme di turismo: dal balneare al congressuale e al fieristico, dal turismo sociale a quello culturale, dal turismo sportivo a quello scolastico… Il nuovo turismo ha rotto le barriere dell’estate, protraendosi e dilagando nei restanti mesi. Una realtà aperta tutto l’anno, 24 ore su 24, impegnata ad ideare un futuro pieno di innovazioni. E l’ultima sfida, in questa direzione, è stata la Spiaggia reinventata: una riqualificazione dell’arenile che punta ad esaltare gli aspetti ludici e i momenti di aggregazione. Un ritorno straordinario di creatività. Come nei momenti migliori della nostra lunga storia turistica.

Ora tutto ciò poteva sembrare in pericolo con il “terremoto” dell’epidemia. Invece non ci siamo persi d’animo. Abbiamo messo l’ambiente e tutte le strutture in sicurezza, dal punto di vista sanitario. Senza creare problemi ai nostri ospiti, come ha ben spiegato la presidente degli albergatori di Rimini: “Dobbiamo dirlo chiaro, non c’è l’obbligo di indossare le mascherine in spiaggia se non ci si assembra, ci sono prescrizioni da seguire, ma nessuna prigione di regole, solo un appello al buon senso”. Anche negli alberghi, nessun problema: in sala soltanto i camerieri con la mascherina, distanziamento ai tavoli e sanificazione continua (come negli stabilimenti balneari). Ed ora tutto sta ripartendo, progressivamente. Vasco Rossi è già in vacanza al Grand Hotel di Rimini; Linus sta preparando i suoi spettacoli di musica dal vivo a Riccione;  a Cattolica la Festa dei Fiori è imminente (spostata al 26-28 giugno) con la sua grande isola pedonale già affollata; a Bellaria gli arenili sono accessibili fino all’una di notte (così pure nelle altre località); “Ravenna Festival” riparte il 21 giugno alla Rocca Brancaleone…

Una programmazione già ricchissima di appuntamenti, in un crescendo che raggiungerà l’apice in Agosto ed in Settembre; e in quest’ultimo mese vivremo una vera e propria esplosione di eventi; ne cito solo due: nella prima settimana di Settembre festeggeremo assieme la Notte del Liscio e, poi, successivamente le gare del Moto GP, con l’Emilia-Romagna che rilancia alla grande. A fianco del tradizionale Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, confermato anche quest’anno, nasce il Gran Premio dell’Emilia-Romagna e della Riviera di Rimini, per nove giorni all’insegna della velocità sulle due ruote. La prima gara è in programma il secondo fine settimana di settembre, nel week end dell’11-13 settembre, e subito dopo, in quello del 18-20 settembre, debutterà il nuovo Gran Premio. La Riders’ Land romagnola riaccende quindi i motori con due competizioni del Motomondiale 2020, che si disputeranno al Misano World Circuit intitolato all’indimenticato Marco Simoncelli, il ‘Sic’.

Sono pronto a scommettere: avremo una seconda quindicina di Settembre favolosa, spumeggiante, con tanti ospiti, italiani e stranieri.

Celebreremo assieme la festa “della ripartenza”.

 

Giovannino Montanari

 

home-catalogo home-calendario