In Romagna un vero e proprio “Congresso della Terza età”

In Romagna un vero e proprio “Congresso della Terza età”

art-1

La firma del contratto, fra Esarmo Righini (Presidente Nazionale ANCeSCAO) e Giovannino Montanari (Presidente della Montanari Tour)

La nostra Riviera ospiterà un appuntamento – l’Assemblea nazionale dei Centri Sociali – ricco di tante valenze, da quelle sociali a quelle turistiche, da quelle organizzative a quelle statutarie

Il fenomeno emergente nella nostra società si identifica con le esigenze e le problematiche della “popolazione matura”, in ascesa da ogni punto di vista: una componente in crescita continua, alla ricerca di un ruolo più attivo in tutte le direzioni; anche chi può godersi, in tutta tranquillità, una pensione adeguata è alla ricerca di esperienze significative, coinvolgenti; nessuno si rassegna – o si dovrebbe rassegnare -  alla passività,  all’emarginazione e alla solitudine; Indro Montanelli, l’italiano a cui tutti riconoscevano – e riconoscono -  una speciale saggezza, avvicinato da due giovani colleghi  che gli facevano i complimenti per la sua memoria (data l’età avanzata), disse: “Ragazzi, continuate a lavorare, se potete non smettete mai: la vita, più la svuotate, più diventa pesante…”. Ecco, in estrema sintesi, l’obiettivo da raggiungere: riempire la vita, a qualsiasi età, di tutte le opportunità che essa può offrire, nonostante gli attuali pregiudizi, nonostante la paura di andare contro le opinioni e gli usi prevalenti… Che si tratti di un inedito “processo di emancipazione”?  Di questo e di altro ancora, con tutta probabilità, si parlerà in un originale ed importante appuntamento, dedicato in primo luogo al ruolo del “tempo libero” per questa fascia (grandiosa) di popolazione.

Infatti, quello che si svolgerà nel prossimo ottobre a Cervia-Milano Marittima, può essere considerato come il “congresso della terza età”: perché chi meglio dei Centri Sociali Anziani – punti di ritrovo caratterizzati dall’autogestione – può rappresentare le istanze, le problematiche, le aspirazioni di questa componente, sempre più importante, della nostra società?

E proprio qualche giorno fa, negli uffici della Montanari Tour, è stato raggiunto l’accordo tra la nostra azienda e la Presidenza Nazionale ANCeSCAO, per l’organizzazione dell’Assemblea Nazionale che si terrà, appunto, a Cervia-Milano Marittima dal 21al 23 ottobre 2019.

Per noi è motivo di grande orgoglio aver ottenuto l’affidamento di un incarico del genere per la terza volta consecutiva: una prova di fiducia e soddisfazione da parte di ANCeSCAO per il nostro lavoro.

Nel 2013 organizzammo l’evento a Bellaria, nel 2016 a Rimini e San Marino e quest’anno, su nostra proposta, la scelta è caduta su Cervia-Milano Marittima.

Si tratta, per noi, di una grande opportunità: far conoscere agli oltre 1.000 delegati – in rappresentanza di oltre 400.000 iscritti nei 1.300 Centri Sociali aderenti ad ANCeSCAO, (Associazione Nazionale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti) – la nostra regione, i nostri alberghi e la nostra professionalità e le offerte turistiche di tutta la costa romagnola. Infatti proprio in quei giorni uscirà il Catalogo delle Vacanze Montanari Tour per la stagione 2020. 

Inoltre, potete ben capire cosa significhi per me un “mandato” del genere: per uno che da più di quarant’anni lavora nel settore delle vacanze rivolte alla terza età; e l’emozione per una tale notizia può essere paragonata alla soddisfazione di… un calciatore finalmente convocato in Nazionale! 

Una gratificazione che sarà senz’altro condivisa da tanti operatori turistici che conoscono bene l’apporto prezioso della clientela senior… alle nostre tribolate stagioni!

I Centri Sociali sono associazioni di base che, soprattutto in passato, hanno contrastato l’emarginazione e la solitudine delle persone non più giovani, favorendone la socializzazione; e che ora puntano a raggiungere nuovi traguardi sul piano della solidarietà, della cultura e della prevenzione; ed è nell’ambito di questi Centri – autogestiti, con il totale volontariato di chi presta la propria opera per garantirne il funzionamento – che si decidono di volta in volta le esperienze, comuni, di viaggio e di turismo: con la Romagna meta privilegiata da parte di questa domanda, che ne apprezza l’accoglienza, la cordialità e la possibilità di ulteriori forme di socializzazione; si tratta infatti di un pubblico che ama le vacanze di gruppo, assieme agli amici e ai “colleghi” di tante esperienze collettive, vissute durante l’anno, da quelle ricreative a quelle legate al volontariato. 

Un appuntamento, quello di ottobre, ricco di tante valenze, da quelle sociali (compreso il tema, ad esempio, dell’apertura dei Centri alle altre fasce d’età, per trasformarli in sedi privilegiate dell’incontro intergenerazionale) a quelle turistiche (per favorire la crescita di un turismo d’esperienza, rilassante e significativo allo stesso tempo), da quelle organizzative a quelle statutarie.

Quindi, una grande Assemblea, una grande occasione, da ogni punto di vista; e noi della Montanari Tour ce la metteremo tutta per creare una piattaforma di ospitalità e di organizzazione (alberghi, attrezzature e servizi congressuali, serata di gala, navette, ecc.) in grado di sostenere un “congresso” dal quale scaturiranno senz’altro consigli e proposte utili anche al nostro Paese: a loro l’esperienza e la saggezza per farlo non mancano.

Giovannino Montanari                    

home-catalogo
home-calendario