Ricordare meglio… è questione di naso!

Ricordare meglio… è questione di naso!

art-5

Non è mai troppo tardi per imparare a respirare

Capita a molti di avere davanti una persona che vi sta salutando… ma in quel momento non vi ricordate assolutamente né come si chiama né dove l’avete già incontrata?

Un consiglio che funziona è quello di non farsi prendere dal panico: prendete un bel respiro dal naso e vedrete che la nebbia nella vostra mente si diraderà all’istante. 

Il ritmo del respiro è infatti in grado di sincronizzare l’attività del cervello, facilitando il recupero dei ricordi e il riconoscimento dei pericoli.

Ci insegnano infatti fin da bambini che quando si pratica uno sport, specialmente durante i mesi più freddi, è meglio inspirare con il naso invece che con la bocca. Tutto questo è esatto perché proprio le narici e le ciglia nasali costituiscono un filtro naturale per l’organismo, proteggendolo da batteri e da sostanze indesiderate. Inoltre l’aria viene riscaldata durante il passaggio nelle cavità nasali proteggendo la gola ed i bronchi dalle affezioni tipiche delle vie aeree come tosse e raffreddore.

 

 

Leggete questi semplici consigli utili per far funzionare meglio anche la vostra memoria:

  • il naso è stato progettato per respirare e la bocca per mangiare;

  • respirando dal naso l’aria viene umidificata e riscaldata sino alla temperatura del corpo;

  • i peli del naso trattengono le macromolecole che nell’espirazione successiva, se fatta dal naso, vengono espulse;

  • dal naso attiviamo il senso dell’olfatto che è sempre più sottoutilizzato e bistrattato da un eccesso di profumazioni chimiche;

  • respirare dalla bocca è la causa principale del raffreddamento delle vie aeree, determinando così varie patologie correlate;

  • la respirazione dalla bocca comporta una perdita eccessiva di anidride carbonica. A questo proposito però è bene ricordare che affinché l’ossigeno possa passare nei tessuti è necessaria una certa percentuale di anidride carbonica a livello periferico (Legge di Verigo-Bohr).

  • tutte le persone veramente in salute respirano con il naso e non si percepisce in nessun modo il loro respiro;

  • respirare con la bocca inevitabilmente comporta iperventilazione (respirare troppo);

  • allenare all’inspirazione ed espirazione dal naso durante tutte le attività sportive, migliora notevolmente la capacità respiratoria;

  • non esistono delle persone ansiose che non iper-ventilino e delle persone che iper-ventilano che non siano ansiose.

Bianca Bezzi

home-catalogo
home-calendario