Nel marasma mondiale cosa farà l’Occidente?

Nel marasma mondiale cosa farà l’Occidente?

art-4

In fondo è questo il tema fondamentale della prossima edizione del Meeting.

La consigliamo vivamente la XXXVIII edizione del Meeting che si svolgerà a Rimini, nei grandi saloni della fiera, da domenica 20 a sabato 26 agosto 2017. Il titolo della prossima edizione è una frase tratta dal poema Faust del poeta, scrittore e drammaturgo tedesco Johann Wolfgang von Goethe: “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo”. E’ l’occasione per fare il punto su come va il Mondo… quindi vale la pena lasciare per qualche ora il relax di spiaggia per ascoltare i grandi esperti e le grandi personalità invitate a Rimini per rispondere a domande di questo calibro: “In che tipo di mondo, e di società viviamo? Le definizioni non bastano (società multiculturale, mondo globalizzato, era xpuntozero…): stiamo vivendo un vero e proprio cambiamento d’epoca. La sempre maggiore debolezza delle democrazie nel mondo, gli imprevedibili scenari dettati dalla storia recente, cominciano a evidenziare gli effetti della “terza guerra mondiale a pezzi” e il conseguente sconvolgimento dell’ordine mondiale. Non c’è dunque più nulla che valga la pena di essere conservato? Ha ancora senso parlare di tradizione, di cultura occidentale? Come l’immigrazione e la sfida dell’integrazione ci interpellano? Identità e dialogo rappresentano un orizzonte possibile? Se il futuro è un destino di integrazione e di pluralità, il tema dell’eredità riguarda solo la cultura occidentale?”
A rispondere a queste e ad altre domande ci saranno: il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che aprirà l’edizione 2017; mentre Martedì 22 l’incontro di presentazione del tema vedrà l’intervento di mons. Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, mentre la giornata conclusiva sarà caratterizzata dalla presenza del segretario di Stato della Santa Sede, il cardinale Pietro Parolin; numerosissimi gli ospiti delle 120 conferenze della kermesse: dal segretario generale della Nato Jens Stoltenberg al presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, dai ministri Fedeli, Poletti e Calenda ai sindaci di Aleppo, Parigi, Tel Aviv e Damasco; poi Gherardo Colombo, Enrico Letta, Vincenzo Boccia, Annamaria Furlan, Ignazio Visco; e l’inviato UE per la libertà religiosa Ján Figel’, l’intellettuale francese Olivier Roy, il rabbino David Rosen, il libanese musulmano Mohammad Sammak, il rappresentante del Segretario Generale delle Nazioni Unite Nassir Abdulaziz Al-Nasser; e a fare da sfondo, come ogni anno, le mostre, gli spettacoli (domenica 20 si comincerà con la Madama Butterfly di Puccini, eseguita con la China National Opera House e oltre 170 persone in scena) e le manifestazioni sportive.

home-catalogo home-calendario