Innamorarsi a 60 anni non più un’eccezione ma una nuova abitudine

Innamorarsi a 60 anni non più un’eccezione ma una nuova abitudine

art-3

Quello della giovinezza perduta e del futuro possibile quando si varcano i 65 anni rappresenta  sempre più spesso un periodo di grandi possibilità. Soprattutto sentimentali.

Già sembra che innamorarsi a 60 anni non sia più da considerarsi un’eccezione ma una nuova meravigliosa abitudine.

Sono convinta che i sentimenti non abbiano scadenze anagrafiche, dipende da quanti anni ci sentiamo addosso, puoi avere 20 anni ed essere vecchio, puoi avere 70 anni e sentirti un ragazzo.

Penso che l’amore nell’età matura sia completezza, non basta più la passione o l’attrazione fisica ci deve essere anche una forte affinità elettiva. L’unica differenza evidente è la progettualità, da giovane ti senti onnipotente e non hai la dimensione del tempo, con l’avanzare degli anni pretendi una certa progettualità e vuoi costruire un periodo sereno.

Si può dire che l’amore è una condizione fantastica da vivere a qualsiasi età. L’innamoramento è sinonimo di un equilibrio psichico buono, dire che a una certa età è impossibile innamorarsi  vuol dire venir meno a uno dei concetti principali della vita stessa. Non bisogna sentirsi ridicoli a provare certi sentimenti, ma prestare attenzione a non ripetere i medesimi errori del passato. Bisogna assolutamente avere una totale consapevolezza di se stessi, per affrontare l’evoluzione dei sentimenti. L’amore dovrebbe diventare un complemento l’uno per l’altro, e perché questo si avveri bisogna fare un salto di qualità, che si realizza solo grazie a continui stimoli reciproci facendo tesoro della capacità insita in ognuno di noi di comunicare emozioni e sensazioni.

Queste relazioni crescono e si amplificano nei momenti di aggregazione ed è stata anche redatta  una statistica che riporto di seguito:

per alcuni rimangono valide sia la classica conoscenza tramite gli amici (32%), sia la frequentazione di diverse attività sportive e culturali (26%).

I bar e le feste (4%) invece sembrano non essere il luogo indicato per un incontro con l’anima gemella dopo gli anta.

 La maggior parte infatti ha espresso la preferenza per i momenti di svago come le vacanze (38% degli intervistati).

 

Bianca Bezzi

home-catalogo
home-calendario