Gradisca… nostre notizie

Gradisca… nostre notizie

Questa rubrica è dedicata alla Romagna, alle sue spiagge e alla sua cultura. E si rivolge ad un pubblico i cui interessi culturali sono in forte ascesa, e che non possono non avere riflessi sul piano delle scelte turistiche. E’ sufficiente pensare alla “nuova Italia” e ai “nuovi italiani” per capire quanto sia cresciuta la propensione per il Turismo Culturale, e più in generale per quella pratica turistica che punta ad associare alle vacanze, anche di altre tipologie, momenti di fruizione, appunto, culturale… e tutto ciò, soprattutto, nella fascia più adulta della popolazione: gli over 60.
Ora, la nostra proposta, e le nostre notizie, presentano come massimo richiamo il patrimonio storico-artistico regionale, cioè il ruolo che l’Emilia Romagna ha ricoperto in un passaggio fondamentale, non solo della vicenda italiana ma anche di quella Europea: il Rinascimento. Ecco perché puntiamo, con decisione, ad un ‘segmento’ della nostra storia e della nostra realtà che va sotto il nome di Rinascimento, e che si abbina alla crescente ‘notorietà’ di alcune importanti Signorie dell’epoca: gli Estensi, i Malatesta, i Farnese, i Montefeltro nella vicina Urbino.
Con le nostre città d’arte che diventano protagoniste di circuiti/itinerari, il cui tema è riconducibile ad una stagione, quella del Rinascimento, rivoluzionaria sul piano artistico, culturale e sociale. Una regione storicamente ­ e logisticamente ­ al centro di tutto.

E dalle nostre parti, qual è il Rinascimento da non perdere? A Rimini, il Tempio Malatestiano, l’opera di Leon Battista Alberti, con affreschi di Piero della Francesca, con il Crocefisso di Giotto, assurta a capolavoro assoluto del Rinascimento italiano e, lì a due passi, la Rocca Malatestiana, costruita utilizzando i suggerimenti del Brunelleschi. Senza perdere l’occasione di visitare le Rocche malatestiane di Verucchio, Santarcangelo e Montefiore.

home-catalogo
home-calendario