Fare festa e… fare giustizia!

Fare festa e… fare giustizia!

C’è una parola che non rende più giustizia, oggi come oggi, alla realtà che vorrebbe rappresentare. E’ il termine “nonno”, pure coniugato al femminile e al plurale. Fa pensare ad un antenato, ad un predecessore, affettuoso quanto appartato, tagliato fuori dalla modernità… E invece no. Né arcaico, né isolato… Guida tranquillamente, prende l’aereo o il treno, poi manda mail, usa lo smartphone, ma soprattutto – e la cosa è ben più importante della tecnologia e della mobilità – passa molto tempo con i nipoti!

I nonni oggi sono attivi, hanno una vita ricca di interessi e sono diventati il perno nella maggioranza delle famiglie moderne. Il ruolo dei nonni è diventato così importante che è stata istituita anche una festa tutta per loro: il 2 Ottobre.

Talvolta uno stipendio non basta e i genitori sono sempre più assorbiti nel lavoro lontano da casa, e quindi i figli che sono piccoli vengono affidati ai nonni.

I nonni in genere hanno 60-70 anni, si definiscono persone mature ma non vecchi. La vita si è allungata e gli anziani sono quelli che hanno almeno 80 anni. I genitori preferiscono i nonni perché offrono il senso della famiglia, talvolta sono il nucleo fondamentale intorno a cui si riuniscono le nuove famiglie “allargate”. Sono una riserva familiare in tempi moderni e sono portatori di valori antichi. Costituiscono le radici e con i loro racconti restituiscono ai nipoti una memoria che altrimenti andrebbe persa. Sono depositari di saggezza e di esperienza, sanno dire di no perché non devono colmare nessuna lacuna dovuta all’assenza, perché loro sono sempre presenti nella vita dei nipoti. I nonni conducono una vita al passo con i tempi, e in questo caso sono i nipoti che alfabetizzano a livello essenzialmente informatico i nonni. Avviene come uno scambio: i nonni imparano nuove tecnologie, mentre i nipoti vanno a lezione di valori e di educazione. E tutto ciò li unisce ancora di più.

Bianca Bezzi

direttore alla Montanari Tour

home-catalogo
home-calendario