Facile, allegra e sicura. Che Dio la mantenga!

Facile, allegra e sicura. Che Dio la mantenga!

art-4

Seconda domanda. Da pensionato a pensionato, come presenteresti una vacanza in Romagna ai nostri colleghi pensionati, chessò di Torino o Varese? (Come se tu, con loro, parlassi a quattr’occhi. Parlando chiaro chiaro)

 

La domanda non è difficile, la Romagna è da sempre conosciuta come territorio ospitale, accogliente, allegra e sicura. Per il turista pensionato è importante sapere che la Romagna è facile, la spiaggia è di sabbia soffice e morbida, e il mare non è profondo e si possono fare passeggiate benefiche e rinfrescanti lungo il bagnasciuga, gli alberghi sono vicini alla spiaggia, tutto è situato a breve distanza, senza dislivelli e con facilità di accesso per tutti, anche per coloro che hanno disabilità.

La Romagna è sicura, in spiaggia c’è sempre il bagnino che vigila e ci sono anche i bagnini di salvataggio che scrutano sempre il mare. L’assistenza sanitaria è efficiente, e se mai ci dovesse essere bisogno di una rassicurazione o di un intervento medico per uno sbalzo pressorio, per un malessere, cose che possono sempre capitare, gli interventi sono sempre rapidi.

La Romagna è salute, oltre all’elioterapia ed alla Talassoterapia, ci sono Terme per effettuare cure specifiche come inalazioni, aerosol, fanghi, ecc.

La Romagna è socialità, oltre ai compagni di viaggio, si fa presto a fare amicizia con il giornalaio, il barista, il gelataio, il vicino d’ombrellone, il personale dell’albergo, ecc.

La Romagna è allegria, in spiaggia ci sono i corsi di ginnastica o momenti di ballo collettivi con simpatici animatori, gare di bocce, serate danzanti in locali, animazione di gruppo, senza dimenticare i Parchi tematici.

La Romagna è buona cucina, uno dei piaceri dell’essere umano che perdurano nel tempo è il gusto dello stare a tavola, e questo territorio è ricco di prodotti d’eccellenza (frutta, verdura, latticini, salumi, pesce, ecc.) sani e cucinati con l’abilità antica dei romagnoli, non a caso il primo vero gastronomo italiano è stato Pellegrino Artusi nato 200 anni fa a Forlimpopoli.

 

In Romagna la tradizione all’ospitalità è una delle più antiche d’Italia, fa parte del DNA dei romagnoli.

In sintesi, direi che in Romagna gli ospiti della Terza Età possono trascorrere una vacanza in piacevole compagnia, protetti, sereni e coccolati.

Anche perché la Romagna è stata la prima destinazione che si è occupata di questo tipo di turismo, e oltre quaranta anni di esperienza in questo settore sono una vera garanzia.

 

Marta Agostini

home-catalogo home-calendario