Cosa dicono di noi

Cosa dicono di noi

art-1

In un mondo in cui, nel bene e nel male, tutto si mescola. Come in un frullatore a velocità crescente

 

Dicono bene di noi. Della Romagna terra di vacanze, d’incontri, di congressi, di adunate di alpini, soprattutto di mare sole cucina amicizia musica e ballo. Dobbiamo accettare i complimenti senza, però, dimenticare i problemi attuali e futuri. Per non parlare delle crisi imprevedibili che potrebbero condizionare assai l’economia turistica. Chi avrebbe mai pensato al fenomeno del coronavirus?  e del diffondersi della psicosi del contagio, planetaria come il conseguente… contagio economico. Ci auguriamo che il fenomeno sia arginato nel più breve tempo possibile. Tutti devono correre ai ripari, innanzitutto sul piano sanitario; e, contemporaneamente, chi si occupa di tutto il resto deve spingere anch’esso sull’acceleratore dell’impegno: per evitare l’aggravarsi della spirale negativa della crisi. Per fare un esempio: le grandi città d’arte italiane già soffrono la flessione del turismo cinese… Anche la Romagna deve “stringere i bulloni” del suo sistema turistico, intensificare la promozione e la predisposizione di un’offerta sempre più invitante, sul duplice versante della qualità e del prezzo. La base di partenza per la prossima stagione, ma anche per l’intero anno, è positiva. Un dato per tutti: Riccione è al top delle località romagnole più amate dagli stranieri, posizionandosi prima sulle 35 maggiori località turistiche italiane nel 2019; una classifica formulata dall’Enit, Agenzia nazionale del turismo, e resa nota in occasione della presentazione, assieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, del piano annuale (in generale i dati in Italia mostrano un trend di crescita del 4,4% e un aumento di spesa degli stranieri del 6% ); e sulle 35 località turistiche di maggior richiamo in Italia, le prime 4, entro le prime 8 posizioni della classifica, sono in Romagna.

La buona notizia è confermata anche dalla ricerca condotta da Sociometrica. Su decine di migliaia di recensioni in lingua inglese postate su TripAdvisor dai turisti stranieri che hanno visitato l’Italia nel 2019 – e che sono andati a comporre la classifica delle varie mete per categorie differenti, come città marittime e città d’arte – al primo posto, anche qui, c’è Riccione, terzo posto Bellaria Igea Marina, settimo posto Rimini, ottavo Cesenatico.

 

Adesso tocca a noi dimostrare, sempre di più, di essere all’altezza della fiducia che i nostri ospiti, italiani e stranieri, continuano a riservarci. E nel settore che mi riguarda da vicino – il turismo organizzato prevalentemente composto da un pubblico senior – auspico una “svolta”, un maggior impegno, un segnale che potrebbe concretizzarsi anche in un grande evento da dedicare a questa fascia della nostra domanda: nella Romagna primaverile o a settembre, perché non dar vita ad una sorta di “festival dell’accoglienza” in grado di attivare il meglio della tradizionale ospitalità di questa terra, a partire dalla sua propensione all’intrattenimento?

Magari non sarà elettrizzante come il Festival di Sanremo, ma sicuramente – lì – saremo tutti ‘protagonisti’… anche stonando un po’.

A presto

Giovannino Montanari

home-catalogo home-calendario