A Cervia un caso limite di “fedeltà turistica”

A Cervia un caso limite di “fedeltà turistica”

art-3

L’ospite tedesco che torna ininterrottamente, da sessant’anni, sulle rive dell’Adriatico, nel paese delle vecchie saline

Ecco qualcosa che va oltre il Turismo, che segnala qualità umane degne di particolare attenzione: lui si chiama Leo Lenard, sta per compiere 100 anni e da 60, ogni estate, viene in vacanza a Cervia, sulla riviera romagnola. La cittadina sull’Adriatico ha così deciso di premiarlo. L’hotel dove alloggia negli ultimi anni gli ha preparato, per l’occasione, una festa a sorpresa con cena romagnola, e il Sindaco (o chi per lui) ha voluto ringraziarlo per la sua fedeltà, consegnandogli una confezione di prodotti tipici e la targa di ‘Amico di Cervia’.

Ma non si tratta solo di fedeltà. C’è qualcos’altro da premiare o, quanto meno, da valutare attentamente. C’è un aspetto psicologico da prendere in considerazione: la gente il più delle volte abbandona per strada – lungo la strada della vita – amicizie, parentele o frequentazioni abituali, perché nel frattempo sono subentrate piccole o grandi incomprensioni, rivalità, gelosie, invidie, suscettibilità di vario ordine… lui, invece, Leo Leonard, è tornato ogni anno ad abbracciare le stesse persone, lo stesso ambiente; ed immaginiamo con lo stesso calore di sempre, con lo stesso affetto, sicuramente ricambiato di chi lo ha ospitato in tutti questi anni. Le amicizie di una vita, quelle che durano un’esistenza, sopravvivono solo se c’è da entrambe le parti la volontà di attenuare i propri limiti, le proprie debolezze, i propri difetti.

Leo Lenard ha iniziato a frequentare Cervia già negli anni ’50, quando le antiche saline, che lì esistevano fin dall’antichità, funzionavano a pieno regime; poi ci fu un lungo periodo di crisi, con la produzione quasi azzerata. Ora siamo alla loro rinascita, in chiave soprattutto culturale e turistica: lungo il vecchio canale, i settecenteschi magazzini del sale, opportunamente restaurati, ospitano la cultura e lo spettacolo, compreso il Museo della Civiltà salinara. Per chi è in vacanza in Riviera una visita allo splendido scenario delle saline di Cervia è d’obbligo.

Giuliano Ghirardelli

home-catalogo home-calendario