Brevi notizie dal nostro panorama

Brevi notizie dal nostro panorama

A Cesenatico il “pesce fa festa”

A Cesenatico dal 31 ottobre al 3 novembre 2019, l’appuntamento è con “Il Pesce fa Festa”, sul Porto canale e nel centro storico. La manifestazione si articolerà in diversi punti tra mostra mercato, degustazioni e vendita di pesce dell’Adriatico. Da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre 2019 a Cesenatico torna “Il Pesce fa Festa”, il grande appuntamento gastronomico autunnale, organizzato dal Comune di Cesenatico in collaborazione con Confesercenti e Confcommercio, dedicato al protagonista assoluto delle tavole locali: il pesce dell’Adriatico. Il pittoresco centro storico della cittadina romagnola per quattro giorni si trasforma in un grande ristorante a cielo aperto, ma non solo, perché, ad accompagnare il profumo delle squisite grigliate, delle croccanti fritture e degli altri piatti tipici della tradizione, sono previste diverse iniziative che andranno ad integrare e completare il programma della manifestazione, con il fine di promuovere e valorizzare la cultura e l’identità marinara.

Il cuore della sagra gastronomica come sempre sarà il porto canale disegnato da Leonardo Da Vinci!   

  

 Vintage. La Moda che vive due volte!  

Torna da venerdì 25 a domenica 27 ottobre 2019, presso i padiglioni della Fiera di Forlì, l’appuntamento con la 28° edizione di “Vintage! La moda che vive due volte”, la manifestazione che da anni accompagna appassionati del settore e non. Un intero fine settimana per perdersi tra abbigliamento, accessori, bellezza, gusto, grandi firme della moda, stile di vita e musica; tutto rigorosamente “d’annata”. 

Un’esperienza sensoriale, emotiva e intellettuale che rende i visitatori protagonisti di un revival che trascende i confini temporali, in cui il passato è fonte d’ispirazione. 

Un’immersione nello stile di vita, nella moda e nel costume di uno “scampolo di storia” con eventi collaterali coinvolgenti,

 

Rimini: dalle sonorità antiche al Novecento, al Teatro Galli sette appuntamenti con la musica da camera

Sarà il ciclo dei sei Concerti Brandeburghesi di Johann Sebastian Bach eseguito dall’Ensemble Zefiro ad aprire martedì 15 ottobre la rassegna dedicata alla musica da camera della Sagra Musicale Malatestiana. Sette appuntamenti ospitati al Teatro Galli per un ventaglio di proposte che spazia dalla musica antica fino al Novecento e alla ricerca sonora più attuale.

 Ecco il programma dei concerti:

15 ottobre (ore 21)

Orchestra Barocca Zefiro

Oboe e direzione Alfredo Bernardini

Bach Concerti Brandeburghesi;

22 ottobre (ore 21)

pianoforte Angela Hewitt

Bach Suite inglese n. 1 BWV 806

Suite inglese n. 2 BWV 807

Suite in fa minore BWV 823

Suite inglese n. 3 BWV 808

Preludio e Fuga in la minore BWV 894

26 ottobre (ore 21)

Traviata da camera

per voci ed Ensemble Rimini Classica

con i Solisti dell’Accademia d’Arte Lirica di Osimo.

 9 novembre (ore 21)

Trio di Parma

pianoforte Alberto Miodini

violino Ivan Rabaglia

violoncello Enrico Bronzi

con viola Simonide Braconi

Dvorak Trio per pianoforte in si bemolle maggiore op. 21

Brahms Quartetto per pianoforte e archi in sol minore op. 25

17 novembre (ore 17)

WunderKammer Orchestra

direttore Carlo Tenan

pianoforte Paolo Marzocchi

percussioni Ivan Gambini

Gershwin Strike up the Band (ouverture)

Rhapsody in Blue

Arcelli Traffic Revenge

Tenan Concerto n.1 per pianoforte e big band

Bernstein Four Symphonic Dances from West Side Story

21 novembre (ore 21)

Roots

mandolino Avi Avital

violoncello Giovanni Sollima

Musiche di Salomone Rossi, Antonio Vivaldi, Benedetto Marcello, Giovanni Sollima, Dario Castello, Avi Avital, Aldo Finzi, Eliodoro Sollima

7 dicembre (ore 21)

pianoforte Enrico Pace

Liszt Harmonies poétiques et religieuses S.173

 

La casa di Lucio Dalla aperta al pubblico 

Da venerdì 18 gennaio sono iniziate le visite guidate alla Casa di Lucio a Bologna. Le stanze dell’abitazione di via D’Azeglio si apriranno al pubblico per raccontare la storia di un artista importantissimo per la città, ma anche per la musica e la cultura italiane.

Attore, regista, musicista e appassionato di molte arti, dalla pittura al teatro: la casa di Lucio Dalla è un’immersione nel suo mondo, nelle stanze in cui il cantautore viveva e lavorava, tra suoni, immagini e colori. La “stanza Caruso”, ad esempio, dove anche oggi ha sede Pressing Line, l’etichetta discografica fondata e presieduta da Lucio Dalla che negli anni è stata artefice di alcuni tra i suoi album di maggior successo, ma ha prodotto anche giovani talenti. Qui sono esposte numerose opere, sia dipinti che sculture, tra le quali ritratti di Dalla realizzati da amici artisti.

Casa di Lucio Dalla: Biglietto intero €15: persone con più di 13 anni

Sconto 50%: per bambini dai 6 ai 12 anni non compiuti

Gratis: bambini fino ai 6 anni non compiuti

 

A Bologna con Chagall. Sogno e Magia.

A Palazzo Albergati di Bologna una mostra dedicata al grande artista russo, Chagall. Sogno e Magia: opere che raccontano l’originalissima lingua poetica di Marc Chagall (1887-1985) attraverso il filo conduttore della sensibilità poetica e magica. Dal 20 settembre 2019 al 1° marzo 2020.

La cultura ebraica, la cultura russa e quella occidentale, il suo amore per la letteratura, il suo profondo credo religioso, il puro concetto di Amore e quello di tradizione, il sentimento per la sua sempre amatissima moglie Bella, in 160 opere tra dipinti, disegni, acquerelli e incisioni. Un nucleo di opere rare e straordinarie, provenienti da collezioni private e quindi di difficile accesso per il grande pubblico.

La mostra si divide in cinque sezioni in cui sono riassunti tutti i temi cari a Chagall: la tradizione russa legata alla sua infanzia, dalla quale non si allontanò mai; il senso del sacro e la profonda religiosità che si riflettono nelle creazioni ispirate alla Bibbia; il rapporto con i letterati e i poeti; l’interesse per la natura e gli animali e le riflessioni sul comportamento umano che trovarono espressione nelle acqueforti delle Favole; il mondo del circo, che lo affascinava sin dall’infanzia per la sua atmosfera bohémienne e la sua sete di libertà; e ovviamente l’amore, che domina le sue opere e dà senso all’arte e alla vita.

Durante il percorso di mostra ci si troverà all’interno di una Dream Room: una video installazione   che permette al visitatore di immergersi in immagini svincolate dal reale che si frammentano come percezioni illogiche ed emozioni dell’inconscio. In Dream Room le opere di Chagall si liberano nello spazio della stanza dando vita a un’opera ambientale onirica, una realtà superiore come fosse una sub-realtà.

home-catalogo home-calendario