Ma come è andata la stagione in Romagna?

Ma come è andata la stagione in Romagna?

Nella stagione turistica più “terremotata” degli ultimi anni – causa il sommarsi di fattori decisamente negativi, come il clima, la crisi economica e le perduranti difficoltà del nostro turismo balneare – l’andamento del cosiddetto “turismo sociale” si conferma con un numero di arrivi e di presenze pressoché analogo alla stagione precedente, quella del 2013.

Le ragioni di questo risultato sicuramente positivo vanno individuate nelle caratteristiche peculiari di questa tipologia di turismo: i cui protagonisti – che nella stragrande maggioranza appartengono alla terza età – coronano un anno di attività comune, di amicizia, di frequentazione degli stessi ambienti, con una vacanza di gruppo che punta ad esaltare e a rinvigorire uno stile di vita improntato ad una forte socialità, vecchia e nuova.

E’ la forza di un turismo organizzato che si innesta e trae forza da una “continuità di vita”, cioè da chi frequenta – magari quotidianamente – il proprio “centro sociale”, il proprio circolo, il cral, l’associazione, il sindacato pensionati, l’università popolare… quindi una domanda di turismo in gran parte “strutturata”, presente in gruppi di cittadini formatisi ben prima della vacanza. Gruppi che ripongono la loro fiducia sulla nostra Riviera, sulla sua vicenda umana e sulla sua capacità organizzativa.

Si tratta, nella stragrande maggioranza dei casi, quindi, di vacanze decise nell’ambito di quei punti di ritrovo abituali per il “pubblico” della terza età.

Sono gruppi di persone che, nell’ambito del tempo libero, si frequentano tutto l’anno e che decidono di trascorrere assieme le loro vacanze. Esiste in questi ambienti una spinta alla socializzazione che non ha eguali in altre fasce d’età: e la loro voglia di divertirsi cresce alla pari della volontà di partecipare ad iniziative significative, anche sul piano culturale.

Una simpatia spontanea nei confronti delle ‘vacanze insieme’ e… della nostra Romagna, che cresce ogni anno o, quantomeno, si mantiene costante anche in tempi di crisi, come quelli attuali.

Giovannino Montanari

home-catalogo home-calendario