Al momento giusto saremo pronti (anche subito se fosse il caso)

Al momento giusto saremo pronti (anche subito se fosse il caso)

art-1

Diciamolo: siamo sempre i soliti protagonisti, costantemente nell’occhio del ciclone. Mi riferisco alla Terza Età e al Turismo in Italia e in Romagna, cioè ai temi che ci stanno più a cuore, come giornale on-line ma soprattutto come lavoro: il turismo organizzato espressione della componente “matura” della nostra società.

Ai nostri lettori e ai miei amici ospiti – sparsi per l’Italia e nella stragrande maggioranza chiusi in casa come me – vorrei raccontare po’ di quello che accade sulla nostra Riviera. C’è un’impazienza, una voglia di riaprire, una tentazione di fare una passeggiata in spiaggia… che la gente trattiene a fatica; ma con responsabilità – vuoi per senso civico, timore o per rispettare la legge – tutto è ancora fermo, ai nastri di partenza.

Ma questo non vuol dire che la Riviera non si stia preparando!

Ferve da diversi giorni il dibattito (basta guardare le pagine locali dei quotidiani) sulle cose e le misure da approntare e da programmare. I Sindaci hanno deciso, tra l’altro, di spostare gli appuntamenti più significativi dalla primavera a settembre ed oltre.

Vi faccio un esempio: il Giro d’Italia farà tappa per alcune giornate in Romagna, a partire da Rimini, nel mese di ottobre.

I bagnini hanno già individuato le misure giuste: distanziamento fra ombrelloni, fra lettini e tavolini ai risto-bar sull’arenile. I negozi sulla passeggiata e sui lungomari utilizzeranno al massimo gli spazi esterni. Non parliamo poi dell’impegno degli albergatori nel rispettare il protocollo di sicurezza (evitando gli affollamenti, favorendo la distanza fra gli ospiti, sanificando ogni giorno le stanze, certificando la disinfezione della biancheria…) e nel favorire al massimo i rapporti con i clienti sul piano delle prenotazioni, assicurando cancellazioni senza penali, consentendo flessibilità e cambio data, nonché tariffe contenute (da parte da tutti, e su questo siamo da tempo… specializzati). I vettori si sono attrezzati di particolari strumenti per la sanificazione dei propri pullman, per ogni viaggio.

Alla voglia di lavorare si associa, inoltre, una buona dose di creatività: basta dare un’occhiata alle tante iniziative e proposte sul tappeto. Ne voglio qui citare solo due: Riccione punta a dar seguito alla stagione – che non deve fermarsi – con il suo “mare d’inverno”, un programma che prevede adeguate strutture e nuove attività balneari accoglienti tutto l’anno; mentre Bellaria -Igea Marina dà spettacolo sul web, con dirette quotidiane sulla sua pagina Facebook, all’insegna di “Aspettando l’estate”; un programma seguito da tanti suoi ospiti, dove non mancano, soprattutto, le tradizioni marinare e musicali di quest’angolo di Romagna (simpaticissimi video amatoriali fatti in casa).

Ma per ricordarvi chi siamo, ma anche per riflettere in particolare su di noi (“che non abbiamo più vent’anni”) vi lascio a chi questi argomenti conosce meglio di altri.

Buona lettura

 

Giovannino Montanari

home-catalogo home-calendario